I link dei maestrini su del.icio.us (tieni il puntatore sul link e compare la spiega)

10 settembre 2007

Emergenza criminalità

Classifica dei paesi per numero di omicidi per 100.000 abitanti (dati 2003-2004):

- primo posto: Colombia (ovvio)
- Italia: al 61 posto con 1.2 omicidi x 100.000 abitanti (la Svizzera è al 37mo)
(fonte: The Ninth United Nations Survey on Crime Trends and the Operations of Criminal Justice Systems 2003 - 2004)


Classifica del totale dei crimini pro capite per paese (dati 2000):

- Primo posto: Repubblica Dominicana
- L'Italia è 19ma (la Svizzera 20ma)
(fonte: United Nations Office on Drugs and Crime, Centre for International Crime Prevention)


Statistiche su numero e incidenza dei migranti sul territorio italiano (dati 2000):

- Per percentuale di migranti sulla popolazione complessiva: Italia 89ma su 195 paesi (4.288)
- Per numero assoluto di migranti: Italia 16ma su 195 paesi (2.519.000)
(fonte UN World Population Policies 2005 publication via Wikipedia)
- Per numero di migranti pro capite: Italia 11ma su 17 paesi (4.672 per milione), la Svizzera è seconda.
- Per numero di nuove cittadinanze: Italia 15ma su 20 paesi con 11.600 nuove cittadinanze.
(fonte: OECD, CIA; World Statistics Pocketbook; United Nations Treaty Collection)

(Incidentalmente: negli anni dal 1830 al 1960 l'Italia è stata il maggior esportatore al mondo di migranti verso gli Stati Uniti, inclusi numerosi rappresentanti di un'organizzazione chiamata Cosa Nostra).


Classifica (un'altra) dei paesi per numero di migranti ricevuti in percentuale rispetto alla popolazione (dati 2006):

- L'Italia è 128ma con il 4,3% di migranti sulla popolazione (la Svizzera è 36ma)
(fonte: International migration 2006 chart, ONU, department of social affairs)


E, come bonus vi faccio dono dell'editoriale di Robecchi sull'emergenza criminalità dal Manifesto di domenica.

Etichette: , , ,

30 gennaio 2007

Rosling: i magnifici e progressivi destini dell'umanità

La cosa più interessante vista a Le Web 3 non riguardava neanche Internet, quindi figuriamoci, ma è stata la presentazione di Hans Rosling, Professore di International Health, Karolinska Institutet, Stockholm. Che nel tipico ottimismo di un paese nordico e genuinamente socialdemocratico come la Svezia ha dimostrato come la situazione della salute e della ricchezza del (terzo) mondo non stia andando verso la catastrofe ma verso un netto miglioramento, grazie alla scienza e alla democrazia.
Devo dire che all'inizio un minimo sospetto di fanatismo positivista l'ho provato, ma i dati son dati e la presentazione ne è ottimamente supportata. Chi volesse provarla la trova sul sito di Gapminder (o qui in fullscreen, anche meglio).


Etichette: , , , ,