I link dei maestrini su del.icio.us (tieni il puntatore sul link e compare la spiega)

12 gennaio 2008

Fastweb NON blocca il P2P?

Update: dopo una serie estenuante di esperimenti, l'unica cosa che posso affermare con certezza che il problema dell'accesso al web negato durante l'uso di Bittorrent si verifica solo con alcuni software (per esempio Trasmission) e solo sotto Leopard. Che il problema si ascrivibile a una bizzarra congiunzione astrale di software e incompatibilità piuttosto che a un'azione volontaria di Fastweb ora mi pare decisamente più probabile. Case dismissed, per ora.



Il post originale:

E' una settimana che ogni volta che apro Bittorrent mi crolla la banda sul Web, tanto da non accedere quasi a nulla. E' il caso di fare qualche test. Queste screenshot sono state fatte a distanza di pochi minuti una dall'altra, sia con Bittorrent attivo che chiuso:

(screenshot rimosse in quanto non più rilevanti, banda risparmiata)


Tele2 ha già ammesso, pare, di filtrare il traffico P2P. Gli altri provider ancora no, ma l'unica spiegazione dei dati qui sopra è: quando Fastweb intercetta una connessione Bittorrent mi blocca l'accesso Web.


E' importante tenere presente almeno due cose:

1. Bittorrent serve anche per lo scambio di contenuti di libera diffusione. Su Bittorrent ci sono milioni di contenuti user generated a cui si applicanno licenze di copyright che ne permettono lo scambio libero, e milioni di contenuti (film, musica) contenuti facenti parte ormai del pubblico dominio, quindi legittimamente scaricabili. Il sospetto è che Fastweb mi stia impedendo di accedere a contenuti a cui ho il pieno diritto di accedere. In questo caso si può ipotizzare la negazione di un servizio contrattualizzato, ovvero un'inadempienza contrattuale.

2. Se i provider cominciano a filtrare il traffico in base ai contenuti, chi impedirà loro di decidere a priori quali contenuti servirmi e quali no, in base ai loro interessi? Chi impedirà a Fastweb di servirmi più rapidamente i contenuti di partner commerciali e più lentamente quelli di loro concorrenti? Qui non è in discussione il mio diritto a scaricare materiali coperti da copyright (diritto che ho peraltro rivendicato in altro post) ma il mio diritto ad accedere con la stessa libertà e velocità ai contenuti che desidero (indipendentemente dalla loro licenza).

L'unico provider che perlomeno dichiara quello che ti lascia scaricare* e quello che no sembra essere NGI, che molti mi consigliano come serio, veloce e affidabile. Un po' caro, ma se spendo 60€/mese per Fastweb posso ben spenderne 49,75+IVA per NGI, con
4096 kb/s garantiti in download, un IP statico e nessuna limitazione sul P2P. Sono utente Fastweb soddisfatto dal 2001 ma se c'è una cosa che non tollero è che mi si dica cosa devo fare e cosa no. Ovvero che si metta in discussione quella che si chiama Net Neutrality.

*Stefano Quintarelli mi segnala un post in cui elenca tutti gli ISP italiani che chiariscono le policy al riguardo


(grazie a Antonio Bonanno per la consulenza sulla terminologia relativa a copyright e licenze)

Etichette: , , ,

22 ottobre 2007

Guarda qui, guarda l'uccellino

Come non rilanciare Floria:
E, riflettendo, mi sono chiesta: è facile, per noialtri blogger ignoranti, stracciarsi le vesti per un presunto attacco alla nostra libertà di espressione, attacco che forse nasce più dall'ignoranza tecnologica dei nostri ministri che da vera malignità di intenzioni ... ma se la posta in gioco fosse altra? Se la nostra preziosa "libertà" di opinione venisse subdolamente strangolata, in tutto o in parte, dall'impossibilità, creata ad arte, di navigare liberamente ovunque in Internet, così com'è stato finora? Se per censurare non ci fosse bisogno di cervellotici ROC ma bastasse intervenire sull'architettura della Rete, semplicemente rallentando o rendendo non conveniente, se non addirittura impossibile l'accesso ai diversi contenuti quando non graditi agli Internet Provider? E allora perché non ci incaxxiamo anche (e soprattutto) per questo?


Se vuoi saperne di più: Quinta's blog | Save the Internet | Suggeritemi altre fonti

Etichette: , ,