I link dei maestrini su del.icio.us (tieni il puntatore sul link e compare la spiega)

04 maggio 2008

Il mio ponte lisergico (in onore di A. Hofmann)

Ho scoperto che attraversare un ponte in bilico tra raffreddore e influenza, sotto l'effetto di tachifludec e aspirine mescolate con notevoli quantità di sauvignon e cabernet e visioni postelettorali di cinema horror, è un'esperienza che non genera memorie chiare e definite.

Incrocia il tutto con dormite pomeridiane inframmezzate da letture a tarda notte su zombie e vampiri, spezzoni di film su zombie e vampiri in altri orari improbabili, la non leggerissima cucina romagnola, aperitivi eterni sotto un cielo bianco e irreale, tempo cupo, freddo e umido alternato a momenti shock di sole caldo e accecante, e quello che avrai sono grappoli di ricordi sfilacciati e nebulosi, tanto da chiederti cosa fosse vero e cosa fosse sogno irrequieto.

Quello che ti resta alla fine è una specie di incubo da dormiveglia durato 4 giorni nel quale non ti è per niente chiaro se quel fritto misto monstre l'hai mangiato tu o era in un film di zombie, se lo Sgarbi Furioso fosse davvero invitato a Anno Zero o il personaggio di un libro sui vampiri, se i tre etti di maiale al latte della cena non c'entrino qualcosa, e se il forzitaliota da spiaggia uscito direttamente dalle pagine di Libero che affermava letteralmente "io voto dei ladri, ma di successo" sia un segno dei tempi, frutto del tuo senso di colpa da voto disgiunto, oppure effetto lisergico del mix di Errori e Orrori assorbito dall'organismo.

Da un weekend così ne esci con un vago senso di nausea, il fegato affaticato e una patina bianca sulla lingua, senza sapere se il vero responsabile siano la tachipirina, il cabernet sauvignon, Sgarbi, i vampiri, il forzitaliota, lo stile di vita romagnolo o il tuo generico, eterno, inaffondabile senso di colpa da pseudointellettuale criptosnob sinistrorso iperlipidico in deriva verso l'isola esotica dell'astensionismo permanente.

La mia parola del mese è "limaccioso". Come la mia lingua, come il grasso rappreso del maiale al latte, come l'etica del forzitaliota, come le alghe del Mostro della Laguna Nera, prossima visione su tutti i TG dell'italico stivale. Olè.

Etichette: , , , , , , , , , ,

5 Commenti:

Alle 7:42 PM, maggio 04, 2008 , Anonymous PuroNanoVergine ha detto...

Luke in the Sky with Dilibert.

 
Alle 1:03 PM, maggio 05, 2008 , Blogger stellavale ha detto...

Credo sia soprattutto Sgarbi!

 
Alle 6:33 PM, maggio 05, 2008 , Blogger alberto dottavi - infoservi.it ha detto...

come direbbe mafe: "quando scrivi così, sento di amarti"

(ma com'è che si dice, puramente platonico, eh :)))

 
Alle 11:56 PM, maggio 05, 2008 , Blogger vanz ha detto...

come direbbe mafe: "quando scrivi così, sento di amarti"

:-)


(ma com'è che si dice, puramente platonico, eh :)))

e io che pensavo ti fossi finalmente accorto di me :-(

 
Alle 8:46 PM, maggio 06, 2008 , Anonymous Anonimo ha detto...

bravo, vanz! bel post. pat

 

Posta un commento

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page