I link dei maestrini su del.icio.us (tieni il puntatore sul link e compare la spiega)

02 febbraio 2008

La potenza delle donne

Un po' di tempo fa avevo trovato il coraggio di raccontare qui una serie di violenze grandi e piccole subite dagli uomini nel corso degli anni. Il coming out vero e proprio era sulla mia incapacità di denunciare, anzi, ridiciamola tutta: sulla mia tendenza a vergognarmi e a sentirmi in colpa come se la colpa fosse mia.

Oggi che vedo che Donna Moderna [disclaimer: è un mio cliente] invita a dire "No alla violenza" e leggo la provocazione di Toscani sulle "colpe delle donne" nella violenza subita, un po' mi girano, un po' capisco, e ritiro fuori razionalmente quello che un po' di tempo fa avevo elaborato a caldo con un "facciamo qualcosa". Riecco i miei 2 cent di qualcosa:

Facciamo qualcosa: innamoriamoci di uomini gentili. Mandiamo in bianco i macho. A un metaforico ballo della scuola andiamoci con Peter Parker, smettiamola di bagnarci solo se arriva SpiderMan. Basta con questo mito del cinismo, dell’uomo duro, del “nondevechiederemai”. Quelli che non sanno chiedere spesso prendono.

Facciamo qualcosa: educhiamo uomini gentili. Smettiamola di insegnare ai nostri figli che possono divertirsi con le sgualdrine e sposare le brave ragazze. Cerchiamo di insegnare loro che rispettare le donne è parte del diventare adulti. Non giustifichiamo i nostri uomini (figli, fratelli, amici) quando non rispettano le donne, fosse anche solo scomparire la mattina dopo.

Facciamo qualcosa: impariamo a stare da sole. Una donna che se la sa cavare da sola non ci pensa due volte a mandare al tappeto chi la stupra, la usa, la maltratta, la picchia. Soprattutto se abbiamo dei figli, basta essere disposte a tutto pur di avere un uomo nel letto.

Facciamo qualcosa: proteggiamo le nostre figlie, sorelle, amiche, ma non coltivando l’odio per il maschio in quanto tale. Aiutiamoci a proteggerci dagli uomini sbagliati, non da tutti gli uomini, e a capire la differenza.

Poi serve tutto il resto, certo, leggi, strutture, pene giuste, assistenza, meno machismo, modelli culturali diversi. Pero’ se non inizi tu a migliorare il mondo, chi?

Etichette: , ,

2 Commenti:

Alle 1:17 AM, marzo 03, 2008 , Blogger vvuemme ha detto...

mafe, grazie per questi tuoi 2 cent.

è un testo bellissimo e che condivido in pieno: lo darei da leggere nelle scuole, nelle scuole e dovunque altro ci fosse la possibilità di condividere e di lasciare attecchire questa consapevolezza, che va faticosamente costruita nel tempo e di lì in poi sempre faticosamente difesa ogni giorno.

 
Alle 9:13 AM, marzo 03, 2008 , Blogger Stefigno ha detto...

com'era quella recente pubblicità ? " ..ridateci il principe azzurro...." ?
Ecco, io da gran romanticone questo post lo farei leggere in giro a quelle che prendono solo il -nondevochiederemai- e magari non si generalizza più sui maschi tutti stronzi...perchè alla fine esistono anche dei fantastici Peter Parker...

 

Posta un commento

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page