I link dei maestrini su del.icio.us (tieni il puntatore sul link e compare la spiega)

10 maggio 2007

Leggi speciali

Sul caso di Kathy Sierra ovviamente si fiondano anche i quotidiani di carta. Un paio di note al volo - ovvie, forse - prima di andare a letto:

- per quanto orrenda e da condannare sempre, mi sembra asinino parificare (come gravità, come pene) la violenza negli ambienti virtuali a quella reale. per fortuna sono due cose diverse.

- quello contro Kathy Sierra non è stato "sexual harassment" ma vere e proprie minacce di morte, orrende e inquietanti (anche per un uomo, garantisco).

- ci sono delle leggi che valgono sia online che offline: credo che la cosa meritasse una denuncia contro ignoti, ma non credo ci sia bisogno né sia saggio fare leggi speciali per Internet. se fossi stato in Chris Locke, sul cui sito questo è accaduto, avrei comunicato l'IP di quelle persone, e forse l'avrei anche reso pubblico (il che pone una serie di altri rischi non da poco).

- la soluzione qui non è mettere la polizia di Rete, ma diffondere la cultura di Rete e far capire a chi non lo sa che la discriminazione in Rete è grave quanto quella reale perché può fare altrettanto male alle persone. e questo non si fa con la polizia o con le leggi: si fa con l'educazione. delegare alle regole speciali non solo non serve, ma è ammettere la sconfitta, e io non ci credo che questa battaglia culturale non si possa vincere.

tristemente, l'Italia è ancora MOLTO indietro su questo piano rispetto a gran parte degli altri paesi, sia online che nel quotidiano, ed è una cosa di cui ci dovremmo preoccupare tutti molto più spesso.

- rassicuro tutti: il caso di Stronza in SecondLife non è assimilabile a questo, per fortuna. è in buona salute e non troppo scossa :-)

update: a proposito di stampa e allarmismi, prego notare la sobria e equilibrata prima pagina di Metro di oggi

0 Commenti:

Posta un commento

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page