I link dei maestrini su del.icio.us (tieni il puntatore sul link e compare la spiega)

15 giugno 2006

Il Bell'Addormentato [cit]

Fa piacere vedere che Riotta ha letto e digerito McLuhan e che condivide le nostre elucubrazioni sul "nuovo umanesimo digitale": sono anni che rivendico la supremazia della persona e del contenuto rispetto alle tecnologie, meri catalizzatori, condizioni necessarie ma non sufficienti.
Mi permetto umilmente di suggerire, una volta dato per scontato questo importante punto di partenza, che forse sarebbe il caso di:
  • leggersi qualche blog, giusto per capire che non sono solo uno strumento di pubblicazione, ma sono soprattutto uno strumento di relazione, a volte volutamente chiuso (vedi l'uso che ne fanno gli adolescenti)
  • leggersi testate cartacee come Amica o Grazia, già pesantemente influenzate dal "volgare" dei blog
  • scoprire il fantastico concetto di "hub", che si applica sia alle persone con tanti amici, sia ai blog con tanti lettori, concetto che all'allargarsi della rete non fa che consolidare una Long Tail tale per cui, se davvero avessimo sei miliardi di blog, ce ne sarebbe almeno uno con un miliardo di lettori (e non sarebbe in inglese), mentre tutti quelli con un lettore solo chiuderebbero in fretta (come già succede).
Poi possiamo discutere se accusare i media di declino E accettare di mettersi in gioco personalmente per migliorarli è "ortodossia in parrucca" o no. Questo non è il '68: io personalmente voglio un'industria dei media migliore, non il Game Over.

0 Commenti:

Posta un commento

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page