I link dei maestrini su del.icio.us (tieni il puntatore sul link e compare la spiega)

14 dicembre 2005

Tassami sto randello

Che io ricordi, è la prima volta che sento di un paese europeo che applica un'imposta sui "contenuti diseducativi" delle opere d'arte. Esiste veramente un'"imposta etica" in Francia o se l'è inventata Tremonti?

Mi si potrà obiettare che il porno non è arte (e chi l'ha detto?) ma l'addizionale Iva sui prodotti a carattere "contenenti violenza" è chiaramente una misura clerico-fascista (leggi "maoista", se sei di destra), visto che non sta certo nelle prerogative dello stato liberale moderno punire il cittadino che consuma prodotti diseducativi.

Diseducativi, poi, per chi? Vogliamo scommettere che la commissione che dovrà deliberare quali contenuti incitino alla violenza sarà fatta solo di preti e cattolici praticanti? Vogliamo scommettere che detta commissione traghetterà felice anche nell'eventuale futuro governo Prodi?

E vogliamo scommettere che gli esercenti e i commercianti non avranno il coraggio di riflettere la gabella sui prodotti con apposita etichetta, rivelando così al consumatore che sta per pagare il biglietto 9 euro invece di 7,20 perché ha mandato al governo una manica di pretini repressi?

E dal fare la multa ad Arancia Meccanica e Pulp Fiction al vietarne la visione in stile fondamentalista islamico quanto passa? Tre anni? Cinque?

C'entra gnente, ma per tirarvi su vi segnalo questo illuminato pezzo sulle potenzialità della rete per i giovani. Che però non dovrebbe condurre alla demonizzazione dello strumento informatico, mi raccomando.

0 Commenti:

Posta un commento

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page