I link dei maestrini su del.icio.us (tieni il puntatore sul link e compare la spiega)

21 dicembre 2005

- 2006

Solo un sistema economico finalizzato a ridurre al minimo il consumo di risorse e la produzione di rifiuti, che riduce gli sprechi, aumenta la durata di vita degli oggetti e ricicla le materie prime contenute in quelli dismessi, utilizza le innovazioni tecnologiche per attenuare al minimo l'impatto ambientale dei processi produttivi e non per aumentare la produttività, sviluppa al massimo l'autoproduzione di beni, le filiere corte, gli scambi non mercantili, in una parola, solo un'economia della decrescita ha una potenzialità di futuro in grado di invertire la tendenza autodistruttiva insita nell'attuale uso della razionalità per un fine irrazionale*.

Amen, e buon a tutti.

*La decrescita felice. La qualità della vita non dipende dal PIL, p. 85, Maurizio Pallante, Editori Riuniti, Roma, 2005

0 Commenti:

Posta un commento

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page