I link dei maestrini su del.icio.us (tieni il puntatore sul link e compare la spiega)

30 maggio 2005

La proprietà intellettuale

Se c'è qualcosa di cui davvero (quasi) tutti parlano a sproposito (oltre all'anonimato in rete, intendo), è il diritto d'autore. [1]
Sento il bisogno quindi di rendermi utile, maestrinando su aspetti concreti della vita quotidiana. Per la legge italiana (non modificata dalle normative europee recepite negli ultimi anni), il diritto d'autore (morale e materiale) nasce con l'opera, non deve essere comunicato, registrato, segnalato, archiviato. Se un'opera viene pubblicata (ovunque, anche su un blog), la pubblicazione vale da certificazione della proprietà intellettuale a partire da quella data (fa fede la data del server, furbacchioni) e chiunque altro dica "l'ho scritto prima io" deve dimostrarlo.
Il diritto morale dell'autore all'integrità e paternità dell'opera è inalienabile: quello materiale può essere ceduto integralmente e anche gratuitamente (ed è solo su quest'ultimo punto che entrano in gioco le licenze tipo Creative Commons, che non servono a proteggere un'opera già protetta, ma a comunicarne gli usi che l'autore permette di farne senza ulteriori accordi).

[1] non metto link perché non voglio entrare nelle orrende querelle tra scrittori e aspiranti tali. Niente mi fa più paura dello scrittore italiano medio, sappiatelo.

0 Commenti:

Posta un commento

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page