I link dei maestrini su del.icio.us (tieni il puntatore sul link e compare la spiega)

30 marzo 2005

Un venerdì di passione

Erano anni che volevo provare l'Halawa (o agda), la ceretta orientale. Appuntamento venerdì scorso alle 14:00, all'Hammam della Rosa. Arrivo con la pressione a livelli inadatti alla postazione eretta, nervosa e un po' di fretta. Mi cacciano in mano un accappatoio e mi mandano a fare la doccia. La doccia per una ceretta? La doccia per una ceretta. Già che ci sono, mi lavo anche i capelli (con il loro ottimo shampoo alla rosa). Mi fanno accomodare nella "Sala Relax" dove una decina di donne sdraiate aspettano il loro turno per i trattamenti: mi sdraio anch'io, dopo aver nervosamente informato tutti (anzi, tutte) che se sono in ritardo me lo devono dire che perdo il treno etc. (visualizza mano saggia che tappa bocca isterica).
Una decina di minuti dopo, eccomi sdraiata su un lettino parzialmente nascosto alla vista delle altre, con una tenerissima ragazza che per mettermi a mio agio mi suggerisce dolcemente di non avere paura (minchia).
L'agda è una meraviglia: non so se è particolarmente adatta a me, ma tra ambiente caldo umido, pressioni per applicare la "palla", tempi lunghi e strappi brevi mi sono addirittura addormentata (e io non riesco MAI a dormire di giorno a Milano). Mi scuoto dal torpore al contatto con del metallo freddo in zone, come dire, solitamente calde. L'estetista mi vuole "diminure", come dice lei, per poter completare il lavoro senza farmi male. Mi scatta la manina per fare "no, no" con un sorriso da sciura, e quando faccio così mi sembro mia madre per cui ho mentalmente ripiegato la manina e mi sono detta "stiamo a vedere, anzi, a sentire".
Mezz'ora e un'infinità di sorrisi e di smorfie complici dopo era fatta: la prima depilazione integrale della mia vita. Ho passato un paio di giorni a guardarmi :)

0 Commenti:

Posta un commento

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page