I link dei maestrini su del.icio.us (tieni il puntatore sul link e compare la spiega)

08 luglio 2003

Tette, che altro?


Stavo scartabellando Splinder, che non è che sia una mia attività abituale visto che trovo i testi e in genere la gestione editoriale del sito abbastanza discutibile (per esempio la definizione delle Smart Mobs oggi in home page mi pare decisamente riduttiva, e la superficialità della critica non motivata - con qualche anno di ritardo - al Cluetrain Manifesto mi pare una roba da TgCOM), però mi è caduto l'occhio sul fatto che uno dei blog su Splinder più visitati si chiama "Tette".

In pratica non riesco neanche a vederlo, però mi son chiesto: se basta così poco per avere milioni e milioni di accessi, perché non farlo anche noi?
Voglio dire, se qualcuno critica si può sempre accusarlo di motivazioni ideologiche, di secondi fini puritani, di voler imporre una leadership intellettuale alla blogosfera.

E allora, per associazione, linko questo imponente sito di Tette che si merita sicuramente la maiuscola grazie all'abbondanza e alla varietà. Un'invasione di seni, una valanga di zizze, una cornucopia di ghiandole mammarie.
E guardandolo qui a quest'ora, oltre a un paio di altre considerazioni che originano più nelle mie gonadi che nel cefalo, mi pongo i soliti, vecchi, triti quesiti da intellettuale triste sulla riproducibilità dell'erotismo nell'era dell'internet, sul valore iconico dei simboli della fertilità, sulla perdita di senso del segno quando è infinitamente riprodotto e disponibile; in una parola, sul valore della Tetta nella società contemporanea.

0 Commenti:

Posta un commento

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page