I link dei maestrini su del.icio.us (tieni il puntatore sul link e compare la spiega)

09 luglio 2003

Libreria del Giallo

Mi ricordo un giorno di 5/6 anni fa, quando con Andrea e Stefano Massaron abbiamo varcato la soglia della Libreria del Giallo che era ancora in Porta Romana. C'eravamo conosciuti sulla mailing list di Fabula, dove circolavano loschi figuri come Marsilio Black, Max Griner o Lupus. Non mi ricordo perché stavamo andando da Tecla: credo per chiederle aiuto per il famoso progetto di antologia di horror italiano per cui ho tanto preso per il culo Andrea, e poi lui c'è riuscito, e l'abbiamo presentato proprio alla Libreria del Giallo però in Via Peschiera, e c'era Lucarelli e Pinketts e ci siamo fatti le orecchiette.

Quella mattina però eravamo timidi, anche se Stefano Tecla la conosceva già, e Andrea direi che tremava, e quando Andrea è in soggezione comincia a parlare per frasi fatte e io mi vergognavo, e Tecla tagliava corto e a un certo punto abbiamo scoperto che era incazzata perché il Mac faceva i capricci. Niun problema: le sistemo il Mac, dopo qualche minuto arrivano dei Negroni dal bar, ci sediamo sulle scrivanie e chiacchieriamo per ore, di Mac, di gialli, di Fabula, di Internet, di libri, di libri, di libri.
Ecco, e adesso, come ai tempi dello sfratto da Porta Romana, mi ritrovo a fare un peloso bonifico per tenere la Libreria del Giallo in vita, incazzandomi per tutte le volte che ho comprato fior di gialli e horror alla Feltrinelli invece che da lei, che è pure vicina a casa.

Il bonifico l'ho fatto, ma che ne dite se sabato tutti i blogger milanesi vanno a comprare un libro da lei? Magari ci scappa un Negroni, o un'orecchietta, un sorriso non direi, ma lo sguardo carico di intelligente esperienza di Tecla basterà, nonostante lo scazzo che non può non provare.

0 Commenti:

Posta un commento

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page