I link dei maestrini su del.icio.us (tieni il puntatore sul link e compare la spiega)

12 maggio 2003

Mondo Blog e La Pizia

Sabato sono uscita dalla presentazione del libro de La Pizia abbastanza incazzata: odio la "professionalità" e adoro le derive situazioniste, ma la prima è un ottimo rifugio quando le seconde non sono ben oliate. Bella l'idea di presentarsi dietro al palco con molti degli amici blogger raccontati nel libro, meno bello salutare il numeroso pubblico con un "Ma perché siete qui" e impacciarsi tra silenzi, risatine e un'aria difensiva del tutto fuori luogo, della serie "chi è seduto lì davanti a me/noi comunque non può capire", atteggiamento che magari non fa male a Internet, ai blog o a Hops (chissenefrega, anche se allora perché hai scritto un libro?), ma mi ha fatto male come persona, volevo che fosse una festa e mi sarebbe piaciuto esserci in quanto persona, non (inter)faccia ignota seduta ad aspettare che qualcuno parlasse, invece di balbettare risposte a domande non fatte e che NON aleggiavano nell'aria.
Per fortuna, questo non mi ha impedito, una volta arrivata in treno, di leggermi in un fiato e di godermi il libro, che è davvero un bel libro. Bello perché interessante, e maggiormente apprezzabile perché era un libro difficile da scrivere, se ripenso alla gestazione su Blook ormai un anno fa e comunque al pericolo di mixare biografia e storia, tecnicaglie e umanità, un punto di vista comunque limitato perché volutamente personale e il fenomeno. Brava quindi Eloisa, che mi ha fatto appassionare a un genere che di solito non prediligo (il blog personale) e che mi ha fatto sentire l'emozione di qualcosa che preferisco vivere da lurker, un po' ai margini.
La prossima volta non cercare di fare Lenny Bruce, e sorridi con un po' più di calore: quell'algida saletta era piena di amici, anche tra quelli che non conoscevi o che non "hanno un blog" :-)

0 Commenti:

Posta un commento

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page