I link dei maestrini su del.icio.us (tieni il puntatore sul link e compare la spiega)

22 maggio 2003

Ieri sera ho viaggiato per Infinities...

... e mi sono annoiata a morte. Cinque ambienti, ciascuno dei quali dedicato a un problema matematico relativo all'infinito, dall'albergo di Hilbert alla vita eterna, dai mondi paralleli ai viaggi nel tempo. Ora, superata la fascinazione per gli ambienti, davvero geniali (soprattutto la biblioteca), diciamo un minuto e mezzo, mi sono rimasti circa diciotto minuti ciascuno (venti minuti ad ambiente) di un irritante mix di noia pura, irritazione per la recitazione sopra le righe e noia intellettuale. Sì, mi aspettavo decisamente di più da Infinities.

Luca Ronconi, il regista, si chiede: "Può del materiale scientifico reggere il palcoscenico senza una versione teatrale, ma solo grazie alla pura forza dei contenuti?" La mia risposta è no, se il contenuto è così divulgativo. Si fosse osato di più, magari non c'era il tutto esaurito (grazie alle scuole), ma io mi sarei divertita ;-)
Ripensando alla vagamente intrigante provocazione finale, che se ci fossero i viaggi nel tempo uno spettatore potrebbe scrivere la recensione di uno spettacolo prima che l'autore lo pensasse, sbadiglio e sogno di tornare indietro nel tempo e di non dare retta a chi mi aveva parlato bene di Ronconi :(

0 Commenti:

Posta un commento

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page